skip to Main Content
All’intervallo Il Panino Con Il Salame  Vince Sulla Merendina Confezionata Al Cioccolato

All’intervallo il panino con il salame vince sulla merendina confezionata al cioccolato

Il 74% dei ragazzi davanti a un panino con 5 fette di salame Vecchio Varzi e a una merendina al cioccolato opta per il primo. Scelta più sana per calorie e ingredienti.

Le 10,30 – suona la campanella dell’intervallo. In palestra è stato imbandito un tavolo: da un lato sono posizionati i panini al salame e, dall’altro, un’ampia scelta di merendine confezionate al cioccolato di diverse marche. Arrivano i ragazzi – dalla prima alla quinta elementare – dopo aver affrontato le prime due ore di lezione. Sono lasciati liberi di scegliere la loro merenda: tutti si precipitano al tavolo e 89 su 120 scelgono e addentano con gusto pane e salame, non senza una certa sorpresa degli educatori[1].

 

Il salame nello specifico è Vecchio Varzi D.O.P., ideale per le sue caratteristiche nutrizionali anche come spuntino per i bambini: controllo rigoroso della filiera, carni provenienti da allevamenti selezionati e lavorazione artigianale, con ridotto contenuto di sodio – circa il 50% in meno rispetto ad altre diffuse tipologie di salami (quali salame Milano, salame Napoli e salame Ungherese) – per non abituare il palato dei più piccoli a un’eccessiva presenza di sale.

La totale assenza di glutine e polvere di latte, di norma aggiunti nella produzione industriale per contrastare il naturale calo di peso dei prodotti, rendono il salame Vecchio Varzi adatto anche in caso di intolleranze alimentari e di celiachia. 50 gr. di salame Vecchio Varzi (circa 5 fette), contengono inoltre circa il 12% del fabbisogno quotidiano di vitamina B12[2], fondamentale anche per il sistema immunitario dei bambini.

Da sempre Vecchio Varzi promuove un’alimentazione tradizionale e bilanciata, con un occhio di riguardo all’educazione alimentare dei più piccoli, troppo spesso bersaglio di informazioni errate in tema di consumi alimentari. Secondo un recente studio del Ministero della Salute, l’Italia è al primo posto in Europa per l’eccesso ponderale dei bambini: il 22,1 % dei bambini  tra gli 8 e 9 anni è in sovrappeso, il 10,2% è addirittura obeso.

Conservanti, zuccheri raffinati e coloranti generalmente presenti nelle merendine confezionate – spesso concesse dai genitori per comodità, insieme a una diffusa tendenza alla sedentarietà – sono la causa di squilibri nello sviluppo fisico, oltre che dell’accumulo di chili di troppo anche nei più piccoli. Al contrario, una merenda con pane fresco e qualche fetta di salame Vecchio Varzi, alternata a cibi genuini preparati in casa, offre una immediata soddisfazione al palato e apporta giusti valori nutrizionali, oltre a un valore calorico contenuto, se confrontato con le classiche merendine e bevande zuccherate.

Abbiamo voluto intraprendere un semplice test per curiosità, con la collaborazione di un Istituto Scolastico Paritario della Provincia di Milano, per verificare se davvero i nostri ragazzi fossero oggi assuefatti ai sapori ‘industriali’”, afferma l’ing. Franco Nulli, amministratore delegato di Vecchio Varzi e past president del Consorzio di Tutela del Salame di Varzi D.O.P.  “I risultati hanno meravigliato anche noi, e ci hanno resi ancor più orgogliosi del nostro prodotto, che coniuga cura e passione artigianale con tecnologie di produzione all’avanguardia”.

 

La qualità superiore del salame Vecchio Varzi è stata recentemente riconosciuta anche dagli esperti del Gambero Rosso, che hanno conferito le prestigiose Tre Fette della Guida ai Grandi Salumi 2014 al Salame Vecchio Varzi D.O.P. e al Salame Vecchio Varzi Cucito D.O.P.: si tratta di un riconoscimento attribuito ai migliori salumi italiani, equivalente alle ben note tre forchette che vengono assegnate ai ristoranti, o ai tre bicchieri per i vini.

 


[1] Test effettuato nel mese di settembre 2014 presso un Istituto Scolastico Paritario della provincia di Milano

[2]Il salame Vecchio Varzi ha un contenuto di vitamina B12 pari a 0,0047 mg/kg.

 

Back To Top